Il sentiero della Resistenza – da Angrogna al Monte Servin passando per la “Sea” e per il Rifugio Jumarre

Il Sentiero della Resistenza

 

Località di partenza: Borgata Isoardi – Angrogna

Tempo di salita: 1 ora e 45 minuti

Tempo di discesa: 1 ora

Difficoltà: facile

Riferimenti: Carta n°7 Val Pellice Fraternali editore

 

Avvicinamento:

Giunti con l’auto in val Pellice, si supera l’abitato di Luserna S. Giovanni, alla rotonda dopo il passaggio a livello si prende a destra seguendo l’indicazione per Angrogna. Subito si sale fino al bivio che indica Rifugio Jumarre e Colle della Vaccera e si parcheggia l’auto alla borgata Isoardi (1150 m.).

 

Itinerario

Seguendo il largo sentiero principale che si muove prevalentemente nel bosco lungo la Sea (crinale) della Rognosa, si percorre un primo tratto in leggera salita fino alla Rocca  Rognosa (1325 m.) ed un secondo tratto di salita più sostenuta fino al M. Castelletto (1512 m.). Arrivati sul M. Castelletto si incontra la vecchia pista di fondo che scende fino al Colle della Vaccera. Arrivati al Colle si può scendere al Rifugio Jumarre (1450 m.) seguendo la strada asfaltata in discesa. Oppure dal Colle si può prendere il sentiero in salita(segnavia bianco e rosso) verso la cima del monte Servin (1756 m.).

Il sentiero è ben tracciato con cartelli e segnavia bianchi e rossi.